IL CANONE DI LOCAZIONE

Il canone di locazione previsto per gli alloggi di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e convenzionata viene determinato ai sensi della normativa vigente. E' possibile scaricare la tabella relativa all'anno 2018 cliccando qui.

RIDETERMINAZIONE IN RIDUZIONE DEL CANONE DI LOCAZIONE

La rideterminazione in riduzione del canone di locazione è disciplinata dalla Normativa vigente e dal Regolamento per la Rideterminazione in riduzione del canone.
Gli assegnatari di edilizia sovvenzionata nel caso in cui nel biennio di applicazione del canone, per condizione sopravvenuta, presentino una diminuzione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) rispetto a quello utilizzato per il calcolo del canone possono fare richiesta di riduzione del canone.
La richiesta potrà essere presentata utilizzato un modulo predisposto dall’ATER scaricabile dal sito  o ritirabile presso l’ufficio Canoni Inquilinato dell’Azienda.

Il modello deve essere indirizzato all'ufficio Canoni Inquilinato con le seguenti modalità:

via FAX al n.  0434 - 522069

via E-mail info@ater.pn.it

via PEC protocollo@pec.ater.pn.it 

via posta indirizzata  ATER di Pordenone via Candiani 32

consegna a mano allo sportello n. 5 CANONI INQUILINATO in orario di apertura al pubblico.

 

 

MODALITA' DI PAGAMENTO DEL CANONE DI LOCAZIONE E DELLE SPESE ACCESSORIE

L’Ater comunica  a tutti gli assegnatari la somma mensilmente dovuta, distinta voce per voce.

Il pagamento del canone e delle altre somme eventualmente dovute, quali rimborsi spese comuni e oneri accessori, ecc., va effettuato mensilmente in via anticipata, entro il giorno 10 di ciascun mese.

Per l’effettuazione del versamento si devono utilizzare i bollettini di conto corrente postale prestampati emessi dall’Ater e recanti l’indicazione dell’utente, l’importo totale da corrispondere, il mese di riferimento nonché la data di scadenza del pagamento.

È possibile versare quanto dovuto anche utilizzando il sistema della domiciliazione bancaria o postale, con addebito automatico sul conto corrente bancario o postale.

L’inquilino è comunque tenuto a rispettare i termini di pagamento anche al fine di evitare l'applicazione dell'indennità di mora.

CENSIMENTO DELL’INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE E DEL NUCLEO FAMILIARE DEGLI ASSEGNATARI DI ALLOGGI DI EDILIZIA SOVVENZIONATA

Il censimento della situazione economica e anagrafica degli assegnatari permette l’aggiornamento dei canoni sulla base delle nuove situazioni accertate.
Di norma ogni due anni, infatti, l’Ater, per precisi obblighi di legge, procede al censimento dei nuclei familiari e dell’indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE).
Gli assegnatari devono comunicare all’Ater le informazioni in merito alle persone che, anche in via temporanea, fruiscono dell’alloggio  e la rispettiva ISEE.
L’operazione si effettua tramite l’invio di un apposito modulo, fornito dall’Ater, che dovrà essere compilato e riconsegnato entro le scadenza indicate.
L’assegnatario che non sia in possesso e non produca valida attestazione ISEE (o, in alternativa, apposita dichiarazione sostitutiva unica (DSU) di cui all’art. 10 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 159/2013) è passibile di revoca ai sensi della normativa vigente.

Per maggiori informazioni rivolgersi all’Ufficio Canoni-Inquilinato 

Addetti: Emanuela Bergonzi (0434 223364) Rossella Cicuto (0434 223363) 

Responsabile: Cristina Bortolussi (0434 223362) 

Dirigente Gestione Patrimonio e Contabilità Generale